Ultima modifica: 9 marzo 2016

Scuola-polo ICF

logo ICF Carlo Porta
Il Liceo Carlo Porta di Erba ha partecipato al Progetto ICF MIUR (pdf 108 kB) che ha visto circa 100 scuole italiane sperimentare con varie modalità la Classificazione ICF che, come recita il Progetto ICF Carlo Porta (pdf 912 kB) è

uno snodo di una nuova visione che consente di cogliere, descrivere e classificare ciò che può verificarsi in associazione ad una condizione di salute, cioè le “compromissioni” della persona o il suo “funzionamento”. L’ICF costringe anche a una diversa concezione sia del docente di sostegno sia del docente curricolare, come pure degli altri soggetti che, a vario titolo, intervengono nel processo di certificazione e durante i percorsi inclusivi. Il modello ICF prospetta l’inclusione scolastica da realizzare attraverso l’applicazione di una visione non solo medica ma anche sociale, che prevede la centralità dell’alunno disabile considerato nella sua complessità e non unicamente per il suo deficit. L’educazione inclusiva modifica sistemi e pratiche di insegnamento in modo da farle corrispondere alle differenze di tutti gli studenti. Il concetto di integrazione scolastica, non già di semplice inserimento o adattamento scolastico, è correlato a quello più ampio di integrazione sociale.

La Relazione finale (pdf 102 kB) del Progetto del Carlo Porta, che ha visto collaborare in rete quindici scuole del territorio e diversi Enti presenti, non ha interrotto un impegno che prosegue nello sforzo di applicazione, approfondimento e diffusione delle linee operative legate all’ICF (vedi approfondimento) offrendo alle scuole dell’intera provincia di Como l’occasione di incontrare un nuovo punto di vista sui Bisogni Educativi Speciali.